Salute a 360°

Smartworking, qual è la postura corretta?

Lavorando o ingannando il tempo, sono sempre di più le ore che passiamo davanti a uno schermo. Ma se la postura è sbagliata, il conto non tarda ad arrivare. Alzi la mano, infatti, chi in questi giorni di isolamento forzato da coronavirus in cui il tempo a pc, tv o smartphone è aumentato ancora di più, non abbia sofferto almeno una volta di mal di schiena o cervicale. Come risolvere il problema? Lo ha chiesto per noi la nostra igienista dentale Carola Romanò al dottor Joseph Luraschi, chiropratico. Ecco i suoi consigli.

Smartworking e postura: come usare il pc da casa

Per “sopravvivere” a una giornata di lavoro al computer da casa, innanzitutto bisogna scegliere da dove lavorare. Quindi, senza pensarci due volte, no a poltrone, divani o letti. Molto comodi certamente, ma pessimi per la schiena se dobbiamo usare il pc per lavoro. La postazione ideale è la più classica: sedia e scrivania. Sulla seduta, se non ne abbiamo una anatomica, usiamo un cuscino dietro la schiena per portare avanti la zona lombare. Importante mantenere rilassate le spalle, lo schermo ad altezza “orizzonte” di fronte a noi e la tastiera del pc più in basso, per evitare problemi di circolazione. Ogni tanto ricordiamoci di rilassare gli occhi: spostare lo sguardo dallo schermo a qualcosa di lontano. Cercare di non accavallare le gambe o sedersi su un piede per troppo tempo.

Guardare un film: poltrona o divano?

Per rilassarsi davanti a un film la soluzione migliore seduti o sdraiati è senza dubbio star seduti. Guardare la tv o il tablet seduti sulla poltrona, quindi, è meglio rispetto a guardarla sdraiati sul divano o sul letto. Il divano, infatti, è fatto per far sedere più persone, non per sdraiarsi. Il “pericolo” più grande per la schiena è quello di addormentarsi sul divano.

Stare sdraiati a lungo nel letto fa bene?

Oltre ad essere controproducente per le attività da fare durante la giornata, stare troppo tempo a letto non fa bene alla schiena. Molto dipende dalla posizione del sonno, dal materasso e dal cuscino.

Una alimentazione scorretta può causare mal di schiena?

La risposta è sì: una alimentazione scorretta può causare mal di schiena perchè quando si infiammano lo stomaco e l’intestino si infiammano anche i muscoli attorno, tra cui, appunto, la schiena.

Per altri consigli del dottor Joseph Luraschi, ecco i suoi profili Facebook e Instagram.