Mondo dentisti

DENTI SENSIBILI, POTREI AVERE UNA CARIE?

La sensibilità è una delle cause più comuni del mal di denti e non sempre mal di denti è sinonimo di carie dentale. L’ipersensibilità dentinale è una sensazione di fastidio che si verifica in seguito ad uno stimolo termico o tattile ed è acuto e di breve durata.

La sensibilità si presenta, quando lo strato sottostante lo smalto, ovvero la dentina, è esposta nel cavo orale.

Le cause dell’ipersensibilità sono molteplici:

uso eccessivo dello spazzolino: spazzolarsi i denti con troppa energia o usare uno spazzolino con setole troppo dure, può contribuire a ridurre lo smalto;

gengivite: comporta nel tempo un ritiro del tessuto gengivale infiammato;

bruxismo: digrignare i denti può ridurre lo smalto ed esporre la dentina.

Quali sono i rimedi per i denti sensibili?

Individuata la causa dell’ipersensibilità, si ricorre ai rimedi che sono i seguenti:

  • ridurre l’assunzione di cibi acidi quali ad esempio aceto, bevande gasate, arance, limoni, ecc..;
  • spazzolare i denti almeno mezz’ora dopo i pasti;
  • usare dentifrici poco abrasivi e spazzolini con setole medio-morbide;
  • curare l’eventuale reflusso gastro-esofageo;
  • prevenire lo sfregamento tra i denti, indotto dal digrignamento notturno, grazie all’utilizzo di un bite.

Per qualsiasi dubbio non esitare ad effettuare un controllo presso il tuo dentista di fiducia.

Dott.ssa Rossella de Stena

Fonte Immagine: Canva