Salute a 360°

Prendersi cura degli anziani

In Italia si vive sempre più a lungo e sempre più persone si prendono cura dei propri genitori o parenti anziani.
Ma di come accudire un anziano se ne parla sempre poco.

Esistono delle figure professionali specializzate nell’assistenza infermieristica domiciliare.

Nell’assistenza domiciliare, l’infermiere non può essere solo un bravo operatore, capace di svolgere correttamente il proprio lavoro, di avere una buona manualità, ma deve ricordarsi di essere ospite a casa di altri, deve avere una buona predisposizione all’ascolto e dev’essere in grado di gestire correttamente una buona comunicazione.

La comunicazione empatica infatti, è uno strumento prezioso in ogni ambito della nostra vita, sia nella sfera sociale sia nell’ambiente lavorativo, per questo motivo l’empatia può essere la chiave per ogni tipo di comunicazione sviluppandosi sulla comprensione e sull’ascolto attivo.

II domicilio del paziente diventa così un vero e proprio “reparto ospedaliero” con la differenza che si mantiene integro il nucleo familiare, fattore molto importante durante il processo di guarigione o di stabilizzazione della malattia.

Un ruolo indispensabile lo svolge l’infermiere (più presente rispetto al medico), il quale è coinvolto in un’assistenza non solamente fisica (terapie, medicazioni, ecc.), ma contemporaneamente anche psicologico-emozionale. Infatti la persona al domicilio si affida all’infermiere, esteriorizza i suoi dubbi, le sue perplessità.

Di cosa si occupa un infermiere domiciliare?
I principali problemi di competenza infermieristica in ambito domiciliare sono:

  • Esecuzione dell’elettrocardiogramma al domicilio

  • Gestione e lavaggi di drenaggi

  • Gestione sondino naso gastrico

  • Gestione catetere vescicale

  • Esame colturale tramite tampone della lesione ai pazienti con lesioni da pressione.

  • Prelievi di sangue venoso e arterioso

  • Assistenza ai malati terminali con coinvolgimento di medici terapisti del dolore, fisioterapisti, asa e oss

  • Supporto alla famiglia

  • Supporto e collaborazione coi medici di base

  • Medicazioni sia semplici che complesse

  • Somministrazioni terapeutiche

  • Consulenze infermieristiche

Un altro aspetto da non sottovalutare, che molte volte passa in secondo piano, è l’importanza di mantenere una corretta igiene orale domiciliare per evitare contaminazioni batteriche ed eventuali problematiche ad esse collegate (gengivite, parodontite).

Se ci pensiamo la bocca non è altro che la porta di ingresso del nostro organismo e dobbiamo preservarla dalle infiammazioni batteriche.

Avere un’infermiera direttamente a casa, significa avere a disposizione una professionista che, renderà migliori le condizioni vissute dalla persona malata, direttamente a casa sua.

Infermiera Azzaro Elisabetta

Fonte Immagine