Salute a 360°

PREVENIRE E’ MEGLIO CHE CURARE! PERCHE’ E’ IMPORTANTE MANTENERSI CONTROLLATI REGOLARMENTE

Ve lo ricordate lo slogan della pubblicità del lontano 1988 di quel famoso dentifricio con la mela verde? Sono già passati più di 30 anni ma la verità rimane. Viviamo in un mondo in cui la gente si prende cura di sé solo quando avverte un sintomo, solo quando c’è qualcosa che non va e suona un campanello d’allarme. Spesso è troppo tardi, è successo qualcosa che si poteva evitare e curarsi dopo costa più tempo e soldi che curarsi prima.
Nel mondo della Chiropratica è importante farsi controllare anche se non si hanno sintomi perché quando qualcosa si sposta e va fuori asse non avvertiamo subito un sintomo.
Quando sentiamo dolore, non è altro che il nostro corpo, che sta cercando di dirci cosa c’è che non va. Immaginate un’automobile senza l’indicatore della benzina, come la guidereste? Aspettereste di rimanere a secco o mettereste dentro ogni giorno un paio di litri di benzina? Il nostro corpo funziona alla stessa maniera. Immaginate di avere un indicatore con 10 lampadine, le prime 9 lampadine sono verdi e la decima è rossa. Ogni volta che avete un piccolo “trauma” si accende una lampadina; però se voi siete a 2 lampadine accese o a 8 non notate la differenza. Vi accorgete del problema solo quando si accende la decima lampadina.
Ogni volta che andate dal chiropratico a fare un check-up vi vengono spente tutte le lampadine e siete riportati a zero.
Lo stesso discorso è valido per i vostri denti…ve li spazzolate dopo ogni pasto o aspettate di avere carie e dolore prima di andare dal dentista in lacrime?
La differenza sta nella consapevolezza di quello che si fa; per esempio quanti uomini tengono il portafogli nella tasca posteriore dei pantaloni e ci si siedono sopra? Lo sapevate che la pressione che questo esercita sui glutei, sul piriforme e sul nervo sciatico riproduce gli stessi sintomi di una protrusione discale o della sciatica? Invece che imbottirsi di antidolorifici per i dolori alla schiena basterebbe una semplice “portafogliectomia” (rimuovere il portafogli dalla tasca posteriore dei pantaloni e iniziare a portarlo in una qualsiasi altra tasca della giacca) e vedrete che i dolori si dimezzeranno in breve tempo.
Un altro “brutto vizio” posturale che ha la maggior parte delle donne, è quello di tenere le gambe sempre accavallate; questo non solo può causare una torsione del bacino, ma addirittura può influire sulla circolazione sanguigna delle gambe facendo diminuire la sensibilità e rendendo più difficile l’afflusso di sangue ossigenato.
Quanti di voi dormono a pancia in giù? Anche questo a lungo andare causa problemi di torsione e di tensione nella schiena e nel collo che rimane girato per diverse ore o da una parte o dall’altra. Provate ad andare in giro una giornata intera con la testa girata lateralmente, vi assicuro che i vostri muscoli cervicali non saranno felici.
Tutti i chiropratici laureati in una scuola di chiropratica accreditata e riconosciuta possono aiutarvi a riconoscere i vizi sbagliati e a correggerli, basta solo prenotare un check-up con quello più vicino a voi senza nessun sintomo particolare. Viviamo in un mondo in cui la prima forma di terapia è quella farmacologica, per nascondere i sintomi, mascherarli temporaneamente, per permetterci di andare avanti come se nulla fosse. Alle persone non interessa capire la causa del dolore e correggerla, interessa togliere il dolore…subito…ma questa è una mentalità sbagliata perché appena finisce l’effetto del farmaco se non abbiamo corretto la causa, il sintomo si ripresenta uguale a prima se non peggio.
Quando un medico o uno specialista della salute (qualsiasi esso sia) vi dice “questo farmaco ti cura questo” oppure “vieni che ti curo questo facendo questo” sbaglia già in partenza perché l’unica cosa che fa guarire il nostro corpo è il corpo stesso e i chiropratici aiutano il corpo a guarire più in fretta.
Quello che io personalmente cerco di instaurare nei miei pazienti è la consapevolezza del proprio corpo, delle proprie azioni e della propria postura perché quelli di voi che mi conoscono sapranno che una delle mie frasi preferite è “Non è importante COSA facciamo ma COME lo facciamo”. Non esiste niente al mondo che “fa male” fare, una cosa fa male solo se viene fatta male. La frase in inglese è PRACTICE MAKES PERFECT ma questo è errato perché se pratichiamo una cosa in maniera errata diventeremo maestri nel farlo in maniera sbagliata.
Tendiamo sempre ad associare i dolori ad un’azione brusca e pesante (ad esempio sollevare uno scatolone pesante o un vaso di fiori in giardino) quando invece per anni e anni abbiamo fatto anche il più comune dei movimenti (come alzarci dal letto la mattina o piegarci sul lavandino per lavarci i denti) in modo sbagliato.
Ricordatevi che tra il NON AVERE DOLORE e lo STARE BENE c’è una grandissima differenza…dipende tutto da voi, volete non avere dolore o volete stare bene? Se la risposta è stare bene allora prendete appuntamento dal vostro chiropratico o da quello di un vostro familiare/amico e fatevi controllare perché mentre leggete queste mie righe potete stare bene…ma non sapete quanto meglio potreste stare.
Il come vi sentite non ha niente a che fare con la vostra salute.

 

Joseph Luraschi DC

 

Fonte Immagine