Mondo dentisti

“TI DISPIACE SE NON FUMO?”

Se ci pensiamo la bocca non è altro che la porta d’ingresso del nostro corpo e il fumo segue la via del respiro, dalla bocca alla faringe, laringe, trachea, grandi e piccoli bronchi, fino agli alveoli polmonari.

Il fumo di tabacco è un aerosol cioè una miscela di gas (87%), vapore acqueo (5%) e particelle solide (8%), composta da oltre 4000 sostanze che derivano dalla combustione del tabacco.

Le sostanze che compongono il tabacco possono essere raggruppate in 4 gruppi principali: catrame, agenti ossidanti, monossido di carbonio e nicotina.

Il fumo causa numerosi danni, spesso sottovalutati o addirittura sconosciuti non risparmiando nessuna parte della bocca, dallo smalto dei denti ai materiali di otturazione, dalle gengive agli impianti, dalla pelle del viso all’alito.

SMALTO

Formazione di pigmentazioni brunastre sulla superficie dei denti e delle otturazioni; queste macchie li rendono più ruvidi, aumentando l’accumulo di placca batterica e dunque favorendo la formazione di tartaro se non si mantiene un’ ottima igiene orale domiciliare.

GENGIVE

Il fumo maschera uno dei campanelli d’allarme principali per intercettare precocemente le malattie del cavo orale (gengivite e parodontite); diminuisce l’ossigenazione dei tessuti facendo così sopravvivere solo i batteri più aggressivi presenti nel biofilm batterico responsabili delle forme più aggressive di parodontite e rallenta i processi di guarigione.

PELLE

Il fumo toglie ossigeno alla pelle, rendendola spenta e opaca, facilitando le macchie e le rughe intorno alle labbra (codice a barre).

ALITO

Il tabacco provoca una forte e sgradevole alitosi, è fondamentale detergere quotidianamente la lingua.

TUMORE DEL CAVO ORALE

Il carcinoma del cavo orale è una grave patologia e rappresenta il 6* tumore maligno in ordine di frequenza nella popolazione mondiale ed è ormai noto che il tabacco in tutte le sue forme causa il cancro orale.

I fumatori hanno una probabilità 6 volte maggiore ai non fumatori di sviluppare questi tumori.

LE SIGARETTE ELETTRONICHE SONO SICURE?

Le sigarette elettroniche sono spesso commercializzate come l’alternativa più sicura alle sigarette tradizionali. Quando si tratta di salute orale, tuttavia, la nuova ricerca suggerisce che lo “svapo” può essere altrettanto dannoso come il fumo.

La prova suggerisce che le e-sigarette non sono innocue ma sono meno pericolose delle sigarette tradizionali.

Le sigarette elettroniche sono in grado di erogare nicotina senza combustione del tabacco.

Questi dispositivi alimentati a batteria creano un aerosol inalabile, comunemente chiamato “vapore”, riscaldando una miscela liquida (e-liquid), che contiene tipicamente glicole propilenico o glicerina, insieme a nicotina, aromatizzanti e altri additivi.

Gli studi sui potenziali effetti sulla salute orale dell’uso di sigarette elettroniche sono limitati. Tuttavia, esistono meccanismi plausibili attraverso i quali le sigarette elettroniche possono danneggiare i tessuti orale ad esempio la temperatura dell’aerosol potrebbe influenzare i tessuti orali.

Dott.ssa Carola Romanò

Fonte Immagine