Podologia

Piede Diabetico: cause, sintomi e come prevenirlo

La podologa Giulia Valli mentre tratta un Paziente

Il Piede Diabetico è una complicanza cronica del diabete che si manifesta con diversi sintomi, sebbene i più comuni siano la presenza di ulcerazioni, secchezza cutanea e deformità. A soffrirne è, dati Società Italiana di Diabetologia 2019 alla mano, circa il 5% dei Pazienti italiani affetti da diabete. Come riporta ANSA, al 2020, in Italia sono  almeno 4 milioni le persone che soffrono di diabete: 500mila sono i Pazienti affetti da diabete di tipo 1 (detto anche insulino-dipendente o autoimmune) e oltre 3 milioni e mezzo quelli affetti da diabete di tipo 2.

Questa patologia può presentarsi sia nei pazienti affetti da Diabete di tipo 1, che da pazienti affetti da Diabete di tipo 2.

Sintomi

Il Piede Diabetico si sviluppa come conseguenza di arteriopatia (ossia riduzione dell’afflusso di sangue, che dà sintomi quali intorpidimento o freddezza agli arti, piaghe, ecc) o neuropatia (che si manifesta con sintomi differenti, quali alterazione della sensibilità, risposta eccessiva al dolore, ecc). Tra i sintomi più comuni del piede diabetico:

  • Formicolio ai piedi
  • Alterata sensibilità ai piedi, intesa come alterata percezione della temperatura (tipico sentire i piedi molto freddi, anche se al tatto la pelle è calda) o alterata percezione del dolore (sentire molto dolore, anche in presenza di un trauma minimo);
  • Irrequietezza ai polpacci e alle gambe, anche quando si è in una posizione di riposo o non si ha affrontato un grande sforzo fisico;
  • Secchezza cutanea
  • Lesioni (come calli)
  • Infezioni
  • Ulcerazioni
  • Problematiche vascolari
  • Deformità alle dita o al piede 

Come prevenire il Piede Diabetico?

Il piede diabetico è una complicanza del diabete. Questo, però, non significa che tutti i Pazienti affetti da diabete ne debbano soffrire, anzi. La Prevenzione è una grande alleata. Oltre ai suggerimenti generici e sempre validi come seguire una dieta sana ed equilibrata, fare attività fisica e eseguire controlli regolari con il proprio medico, per il piede diabetico è bene:

  • Identificare il piede a rischio: se si è a rischio, effettuare un controllo con il podologo. Il professionista andrà a indagare segni e sintomi di arteriopatia e neuropatia, assegnando poi  un grado di rischio che va da basso a molto alto e scandendo il periodo di controlli;
  • Effettuare controlli periodici: tenere monitorato lo stato di salute dei piedi;
  • Conoscere il problema: per chi soffre di piede diabetico o chi è un soggetto a rischio è importante essere educato, insieme alla famiglia, sulla gestione del piede diabetico;
  • Indossare calzature adeguate: esistono scarpe di prevenzione per i Pazienti a rischio, fondamentali per chi è incline a sviluppare il Piede Diabetico;
  • Trattamento delle lesioni pre ulcerative (come i calli): non sottovalutare qualsiasi lesione compaia sul piede.

Cause

Il Piede Diabetico insorge in Pazienti diabetici che hanno sviluppato neuropatia e/o arteriopatia.

Il Piede Diabetico, in particolare, insorge in quei Pazienti che hanno trascurato la patologia diabetica o che, in assenza di altri sintomi, non sapevano di essere diabetici. Quando, quindi, il diabete non è tenuto sotto controllo, può scatenare arteriopatia e neuropatia periferiche agli arti inferiori, inficiando la salute del piede. Questi problemi, sommati a uno scompenso glicemico protratto per molto tempo, possono comportare ulcere e lesioni ai piedi che, se soggette a infezioni, possono risultare particolarmente difficili da curare. Se le lesioni non vengono trattate in modo adeguato e per tempo possono degenerare in cancrena, portando anche alla necessità di amputazione parziale (di alcune dita dei piedi) o totale (del piede o della gamba).

A chi rivolgersi in caso di Piede Diabetico?

I podologi sono tra i professionisti sanitari di riferimento per la prevenzione del piede diabetico e per il suo trattamento. Il podologo può aiutare il Paziente a tenere monitorata la situazione, fornire importanti consigli di prevenzione e trattare lesioni pre ulcerative prima che degenerino. Qualora la situazione si aggravi, è necessario rivolgersi a un medico.

Dott.ssa Giulia Valli
Podologa, esperta in Piede Diabetico

Fonti: 

Tag