Salute a 360°

Emergenza Coronavirus, cosa fare a casa: i passatempi perfetti

Fonte: Pixabay

C’è poco da fare. L’emergenza coronavirus ha riscritto i nostri tempi. E se siete tra quelle persone che sono a casa, magari senza smartworking, riempire la giornata diventa davvero difficile. Ecco allora qualche consiglio su come non annoiarvi e, magari, farvi del bene.

SERIE TV

Partiamo dal divano. Il tempo libero inaspettato che ci è letteralmente piovuto addosso potrebbe essere un’occasione per metterci in pari con tutte quelle serie che abbiamo da anni nella lista dei “da vedere assolutamente”. Ecco i nostri, a tema salute:

  • “Diagnosis” (2019): se vi interessano le patologie rare, questa è la serie – documentario che fa per voi. La dottoressa Lisa Sanders, che da anni tiene una rubrica sul New York Times Magazine, accompagna in un viaggio di sette puntate alla scoperta di malattie misteriose.
  • “La mente svelata” (2019): mini serie di cinque episodi, da soli 20 minuti, che spiega in modo semplice ed efficace come funziona la nostra mente tra memoria, sogni, ansia, consapevolezza e sostenza psichedeliche.
  • “Chiedi al medico” (2017): serie di dodici puntate in cui tre medici cercano di dare risposte ai problemi più comuni, ma ricordando sempre: niente autodiagnosi, in caso di necesità rivolgersi al proprio dottore o a uno specialista!
  • Grey’s Anatomy (2005 – ): in uno spazio dedicato alle serie tv a tema salute non poteva mancare Grey’s anatomy, ormai cult. Amore e medicina sono gli ingredienti principali.
  • Doctor House MD (2004-2012): rimaniamo sui classici. Il medico più scorbutico e geniale della tv è un must-see.

PREVENZIONE

Ora che si ha più tempo a casa, non ci sono scuse: ci si può occupare di prevenzione. Il modo più semplice è quello di controllare il proprio corpo e imparare a riconoscere i suoi segnali. Ad esempio si può eseguire l’autopalpazione al seno (consigliata almeno una volta al mese a circa una settimana dopo la fine del ciclo) o un autoesame della bocca. E niente scuse: seguite i consigli delle igieniste dentali e lavatevi i denti per almeno due minuti, usando anche filo e scovolino.

ATTIVITA’ FISICA

  • Anche se le palestre sono chiuse, è importante non rinunciare all’attività fisica, chiave per il benessere del nostro corpo. Se già si frequenta regolarmente un centro sportivo si può continuare ad allenarsi a casa con la scheda realizzata ad hoc dal proprio personal trainer, altrimenti si possono seguire i tanti consigli a distanza che i professionisti del fitness stanno registrando in questi giorni. Un esempio? I video di Raffaele Familari, personal trainer a coach della palestra Living Fitness di Garbagnate Milanese.
  • Importanti anche le passeggiate. In questi giorni particolari non è vietato passeggiare all’aria aperta, ma rispettando sempre le regole previste dal decreto #iorestoacasa: mantenere le distanze da altre persone e evitando assolutamente attività fisica di gruppo.

CUCINA

Sia che siate esperti dei fornelli, sia che non lo siate, mettervi all’opera in cucina potrebbe essere una buona idea. Sul nostro sito ci sono tante ricette gustose e salutari con cui sbizzarrirvi.

PASSATEMPI

  • Con i bimbi: Se siete a casa con i vostri bambini, il modo migliore per passare il tempo è quello di fare attività stimolanti insieme. Una pagina come “La scuola cre-attiva” offre tanti spunti per lavoretti da realizzare in casa.
  • Se siete da soli, invece, potrebbe essere il momento ideale per riscoprire i vostri hobby, magari messi da parte proprio per via della scarsità del tempo: quindi spazio a decupage, scrittura, falegnameria, creazione di vasi, disegno, pittura, musica, lettura e tanto altro.
  • CV: Tanto tempo libero a casa dal lavoro potrebbe essere quello che serve per dare finalmente ordine e aggiornare il proprio curriculum vitae. Magari anche LinkedIn.
  • Se essere tra le quattro mura di casa inizia a stare stretto si può sempre pensare e programmare cosa si farà una volta finita l’emergenza: ricercare attività di volontariato a cui aderire, stendere i dettagli del prossimo viaggio, elencare le visite mediche a cui ci si dovrà sottoporre.

Per la zona rossa sono tanti i servizi che sono stati resi gratuiti grazie all’iniziativa di “Solidarietà digitale” promossa dal Ministero per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione: abbonamenti gratuiti alla stampa, offerte per servizi streaming o di telefonia, e-book gratuiti e tanto altro.